Torna indietro

Argoclima si riconferma Top Sponsor Canottieri

Oltre a essere un nostro socio diportista, Paolo Nocivelli è stato armatore delle mitiche Cassiopea e Cassiopea 2, barche leggendarie che hanno scritto un pezzo importante della storia velica del Lago di Garda. 
La sua famiglia, da oltre cinquant’anni, ha stretto un legame particolarmente profondo con la Canottieri Garda.

Gianfranco Nocivelli, padre di Paolo, è stato infatti presidente della Società dal 1973 al 1979, e ha contribuito a rilanciarla con le sue scelte. Con la costruzione della prima parte del porto, per la quale ha chiesto personalmente a tutti i fornitori della sua azienda un contributo, ha promosso un’apertura commerciale e sportiva che si è rivelata fondamentale per la rinascita della Canottieri.

Oggi Paolo, come amministratore delegato di Argoclima – azienda specializzata in sistemi per la climatizzazione, il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria – da più di cinque anni è anche Top sponsor della nostra società.

L’abbiamo incontrato in questa veste, per farci raccontare la sua storia e i motivi che lo hanno spinto a legare il nome dell’azienda a quello della Canottieri.

1. Paolo quello tra la famiglia Nocivelli e la Canottieri è indubbiamente un legame importante, com’è nato?
Tutto è iniziato negli anni ‘60, quando la mia famiglia ha acquistato una casa nel golfo di Salò. Da lì credo sia nata la passione per la vela di mio padre. All’epoca la condizione per andare in barca con lui era quella di fare il corso alla Canottieri. Ricordo ancora le lezioni di vela, io bambino di 7 o 8 anni avevo terrore di Italo Rusinenti, mio istruttore, che partendo da teoria e nodi mi ha insegnato tutto quello che ancora oggi so sulla vela. Poi è iniziata l'era di Cassiopea e i tempi d'oro della vela sul Garda, quando la Trevelica riempiva letteralmente il golfo di barche, oppure la Centomiglia con oltre 300 imbarcazioni al via.

2. C’è stato però un periodo in cui ti sei allontanato
La famiglia e il lavoro mi hanno allontanato per qualche tempo, ma tredici anni fa ho acquistato nuovamente una barca a vela e ho quindi ripreso a frequentare la Canottieri. Con grande stupore ho preso consapevolezza che la società non era solo un circolo velico o poco più, ma un vero centro sportivo di eccellenza gestito con grande passione e professionalità.
Non me la sentivo quindi di essere solo un socio che beneficiava del porto e dei suoi servizi, volevo fare anche io la mia parte. Ecco quindi la scelta di sponsorizzare la Canottieri, per sostenere più attivamente tutte le sue attività.

 

 

3. In quel momento sono tornati alla memoria vecchi ricordi?
Non poteva essere diversamente. La Canottieri è sempre stata la casa delle barche di famiglia, ma anche destinataria di grandi progetti, tanto che durante la presidenza di mio papà sono state poste le basi per la realizzazione del porto come lo conosciamo oggi. La storia di Cassiopea poi è stata importante, e non solo per mio padre, certamente per le vittorie ma perché rappresentava un’idea nuova della vela. E proprio nell’innovazione io vedo un’ideale linea di continuità che ha unito la passione per le gare e la vita in azienda, in uno scambio tra la visione imprenditoriale e quella sportiva che credo di poter dire sia uno dei lasciti di mio padre alla Società.

Dopo una parentesi di qualche anno poi è arrivata anche Cassiopea2 e con lei gli anni di grandi sfide con Avant Garde, entrambe alla Canottieri. Ricordo ancora le serate passate a lavorare sulle barche per prepararle alle varie regate. Erano i tempi in cui la classe libera era al suo massimo e partecipavamo a tantissime gare. Che anni!

4. Mettiamo per un attimo da parte il cuore e i ricordi. Come imprenditore, perché sponsorizzare la Canottieri è un buon investimento? 
Come imprenditore ritengo che la sponsorizzazione di una realtà che fa crescere centinaia di ragazzi nello sport sia estremamente interessante dal punto di vista della notorietà del Marchio. A maggior ragione per quelle imprese che hanno una forte presenza sul territorio, ma anche a livello più allargato il legame tra un marchio conosciuto con una realtà sportiva di eccellenza porta sicuramente dei benefici di immagine importanti. 

Altro aspetto non secondario: io ritengo doveroso dal punto di vista sociale aiutare realtà come la Canottieri. È infatti mia profonda convinzione che lo sport sia uno degli strumenti  migliori per una sana formazione di ragazzi. Non importa se solo pochi arriveranno a risultati sportivi di rilievo, quello che conta è l'impegno nell' attività sportiva, che sia vela, nuoto, tennis, canottaggio o triathlon. Sono tutti sport fantastici e io sono certo che chi cresce in tale ambiente sarà una persona migliore.
Forza Canottieri!

Società Canottieri Garda Salò

P.IVA: 00726830987

Contatti

Sport

Tennis

Tennis

Padel

Padel

Vela

Vela

Nuoto

Nuoto

Canotaggio

Canottaggio

Trialthlon

Trialthlon

Fitness

Fitness

Club

I prossimi eventi

Salò Sail Meeting

9-10 luglio 2022

Torneo Città di Salò - Trofeo Argoclima

inizio 9 luglio 2022 - finale 24 luglio 2022

Porto

Eventi e stampa

Tennis

Tennis

Canottaggio

Canottaggio

Nuoto

Nuoto

Vela

Vela

Triathlon

Triathlon

Fitness

Fitness

Padel

Padel

I prossimi eventi

9-10 luglio 2022

inizio 9 luglio 2022 - finale 24 luglio 2022

23 e 24 luglio 2022

Il porto Servizi Regolamento Posti Barca Modulistica
Eventi News Rassegna stampa Comunicati stampa